LOURDES

Luogo cosmopolita e universale, Lourdes rappresenta la prima meta di pellegrinaggio mariano al mondo. Ogni anno, più di 6 milioni di persone visitano la Grotta di Massabielle in cerca di sostegno e speranza. L’acqua, la roccia e la luce sono i simboli che caratterizzano il santuario.

El tiempo - Tutiempo.net
Il Santuario

L’origine del santuario risiede in una persona ed in un evento: Bernadette Soubirous e le apparizioni della Vergine.
Nel XIX secolo Lourdes era un paesino di 4.000 abitanti. In uno dei numerosi mulini del luogo, quello di Boly, nacque Bernadette Soubirous il 7 gennaio 1844. Per 10 anni, lei e la sua familia vissero e lavorarono in quel luogo. Tuttavia, una serie di sfortunati eventi si abbatte sulla famiglia: il padre perde un occhio in un incidente di lavoro e, in seguito, viene accusato del furto di alcuni sacchi di farina e incarcerato; inoltre, dovuto a una forte siccità, il raccolto del grano va a male e gli affari vanno in rovina. Come se non bastasse, l’ epidemia di colera che si abbatte sulla città non risparmia la giovane Bernadette, che si ammalerà di colera e tubercolosi, soffrendone le pene per tutta la vita.

La famiglia di Bernadette, sprofondata nella miseria, si vede obbligata a abbandonare il mulino e a trasferirsi in una cella dell’antica carcere (“le cachot” o gattabuia). L’ 11 febbraio 1858, Bernadette e altre due giovani ragazze si recarono a raccogliere la legna. Improvvisamente, nella grotta dove si trovava, vide una luce con le fattezze di una giovane donna. Quella fu la prima di 18 visioni. Questi fatti diedero luogo ai primi pellegrinaggi e alla successivaedificazione di una cappella, che sarebbe poi diventata l’attuale santuario. Oggi, gente di ogni etnía, lingua, credo e cultura accorrono al richiamo del Messaggio di Lourdes.

La roccia nella quale la Grotta è scavata si chiama Massabielle, che significa: vecchia roccia. In questo massiccio di 27 metri di altezza, la Grotta misura 3,80 metri d’altezza, 9,50 metri di profondità e 9,85 metri di larghezza. Si compone di 3 aperture disuguali: la più grande è diventata il luogo di celebrazione della messa. Sopra, un po’ a destra, si situa un posto ogivale di 2 metri d’altezza. È il posto dove la Vergine Maria apparve a Bernardetta tra il 11 febbraio ed il 16 luglio 1858. La statua, di 1,88 metri d’altezza, rappresenta l’Apparizione nell’atteggiamento che ha preso quando ha detto:   “Io sono l’Immacolata Concezione”. Sul suolo, a sinistra di fronte alla Grotta, la posizione esatta dove si trovava Bernardetta è ricordato da una lapide: “qui pregava Bernardetta il 11 febbraio 1858”. In fondo alla Grotta, a sinistra dell’altare, si può vedere scaturire la fonte che Bernardetta scoprì su indicazione della Madonna, il 25 febbraio 1858. Quest’acqua è oggi incanalata verso le fontane, le piscine ed il cammino dell’acqua. Dietro l’altare, si trova uno scrigno dove ciascuno può depositare le sue intenzioni di preghiera. Dinanzi all’altare, una targa ricorda la visita del papa Giovanni Paolo II, il 15 agosto 1983. Per entrare nella Grotta delle Apparizioni, i pellegrini procedono con pazienza lungo la roccia. Una volta giunte in questo luogo santo, pregano, si raccolgono dinanzi alla sorgente, toccano le pareti della Grotta per ringraziare Maria.

La Basilica dell’Immaculata Concezione è sulla cima della roccia della Grotta. Fu costruita tra il 1866 e il 1871 ed inaugurata il 15 agosto 1871 da Mons. Pichenot, Vescovo di Tarbes. Fu elevata a Basilica inferiore da papa Pio IX il 13 marzo 1874. Sulla facciata, il medaglione del fondo rappresenta Pio X. Il viso illuminato di un leggero sorriso, tiene nella mano sinistra il decreto datato del 13 novembre 1907, con il quale stabiliva la festa dell’Apparizione di Nostra Signora di Lourdes, estesa alla Chiesa universale. Il medaglione in alto, sopra l’entrata della Basilica, rappresenta il papa Pio IX che proclama il dogma dell’Immacolata Concezione nel 1854. All’ entrata a destra, si trova, inciso nel marmo, il giudizio di Mons. Laurence riconoscendo l’autenticità delle Apparizioni. Il presbiterio della Basilica si trova esattamente sopra il luogo delle Apparizioni. Le sue vetrate illustrano la storia di Maria Vergine, dalla sua nascita fino alla proclamazione del dogma dell’Immacolata Concezione da parte del papa Pio IX nel 1854 e le Apparizioni di Lourdes nel 1858.

Di stile romano-bizantino, la Basilica del Rosario, vasta croce greca di 2000 m2 di superficie, fu concepita come il piedistallo della Basilica Superiore, ed è situata al di sopra della Grotta. Davanti, delle arcate in pietra di Lourdes accompagnano la facciata e sostengono le scale, le rampe salgono alle terrazze ed alla Basilica Superiore, arcate e terrazze gigantesche abbracciano un vasto sagrato che può raccogliere circa 80000 visitatori. Il nome deriva dai 15 mosaici che rappresentano le scene dei misteri del rosario, i quali formano una specie di corona di rose. Dichiarata Monumento Artistico, è continuamente danneggiata da infiltrazioni d’acqua.

La Basilica di San Pío X. Questa basilica fu costruita sottoterra in occasione del centesimo anniversario delle apparizioni. Inoltre, il motivo della costruzione rispose all’esigenza di accogliere i numerosi pellegrini che accorrono ogni anno: con una capacità per 25000 persone, è infatti la più grande chiesa della Francia.

La Chiesa di Santa Bernardette è un edificio moderno costruito nel luogo in cui Bernadette ebbe l’ultima visione, poiché quel giorno la polizia aveva cintato l’entrata alla grotta bloccandone l’accesso.

 

La Spianata può accogliere 40.000 persone e si riveste di tutto il suo splendore nel tardo pomeriggio, quando migliaia di pellegrini partecipano alla Processione mariana con le fiaccole accese.

La Cappella della Riconciliazione è frequentata da tantissime persone che ritrovano il cammino della pace. Dio ci chiede di fare il passo di affidargli i nostri pesi. In cambio, ci riconforta, ci consola. Per rispondere all’aspirazione dei pellegrini e visitatori odierni, la cappella è accessibile e visibile. È situata alla fine della rampa Nord della Basilica Nostra Signora del Rosario, sulla Esplanade. Permette ai pellegrini di confessarsi presso sacerdoti che parlano nelle sei lingue ufficiali del Santuario (francese, tedesco, inglese, spagnolo, italiano e olandese) come pure in polacco.

La sacra Immagine

L’Immagine della Madonna di Lourdes, che presenta le mani unite come segno di invito alla preghiera, fu scolpita seguendo le indicazioni di Bernadette.

Quest’indicazioni furono le seguenti:

  • Rappresentare la figura di una giovane vestita di bianco con una cintura blu
  • Con le mani giunte in preghiera
  • Con un rosario appeso al braccio
  • Con una rosa dorata in ogni piede

Come curiosità, all’inizio, la scultura fatta non è piacuto di niente a Bernadette. L’immagine, da 1,88 metri di altezza, ripresenta il momento dell’aparizione, quando disse: “Io sono l’Immacolata Concezione”. La statua, realizzata dall’artista Joseph Fabisch, professore della Scuola di Belle Arti di Lione, fu messa nella nicchia all’interno della grotta il 4 aprile 1864.

I Segni di Lourdes

santuario-lourdesL’Acqua: l’acqua che sgorga dalle sorgenti del santuario è identica a qualsiasi altra acqua di questa regione, ed è potabile. I fedeli bevono quest’acqua e vi si lavano mossi dalla devozione alla Vergine. L’acqua di Lourdes è un símbolo, come lo è l’acqua del battesimo, e non un rimedio magico.

La Roccia: la Grotta è il luogo delle Apparizioni dell’Immacolata Concezione. Entrarci e toccare la roccia è uno degli atti carattertistici del pellegrinaggio. La roccia è un elemento duro e forte, simboleggia l’appoggio e il sostegno.

La Luce e le candele: La luce a Lourdes simboleggia la fede e la speranza nell’illuminare ed essere illuminati. Le candele accese nella grotta emblematizzano le preghiere dei pellegrini. Al cadere il sole, la Processione Mariana delle Fiaccole (torcie), è uno dei momenti più importanti del santuario.

Inoltre, sono importanti nel divenire de Lourdes:

Le folle: Lourdes è un luogo cosmopolita, aperto al mondo. Riceve gente di ogni etnía, lingua e paese.
I giovani: Partecipano attivamente come volontari, aiutando nelle diverse attività del santuario, specialmente con gli ammalati.
Gli ammalati: la misericordia, la cura e l’assistenza agli ammalati è un modus vivendi a Lourdes. Ogni ammalato giunge in città sotto la protezione della Vergine Maria.

Le Aparizzioni

Il 11 febbraio 1858, con quattordici anni, Bernadette si recò a raccogliere legna con altre due giovani ragazze. Improvvisamente, nella grotta in cui si trovava, poté vedere la figura di una giovane avvolta dalla luce. L’apparizione e Bernadette non si scambiano parole, ma si fanno entrambe il segno della croce. Questa fu la prima di 18 apparizioni. Le siguenti apparizioni furono così:

2ª – Domenica 14 febbraio: La Signora sorride, ma contunia senza parlare.
3ª – Giovedì 18 febbraio: Bernardette le chide per il suo nome. Lei le risponde: “Non è necessario”, ed aggiunge: “Non ti prometto di renderti felice in questo mondo ma nell’altro.”
4ª – Venerdì 19 febbraio: Bernardetta va alla Grotta con una candela benedetta ed accesa. È da questo gesto che è sorta l’abitudine di portare candele ed accenderle dinanzi alla Grotta.
5ª – Sabato 20 febbraio: La Signora le ha insegnato una preghiera personale. Alla fine della visione, una grande tristezza invade Bernardetta.
6ª – Domenica 21 febbraio: La Signora si presenta a Bernardetta la mattina presto. Un centinaio di persone l’accompagna. In seguito è interrogata dal commissario di polizia Jacomet. Vuole farsi dire ciò che ha visto. Bernardetta gli parla soltanto di “AQUERO” (Quella).
7ª – Martedì 23 febbraio: Circondata da cento cinquanta persone, Bernardetta si reca alla Grotta. L’Apparizione le rivela un segreto.
8ª – Mercoledì 24 febbraio: Messaggio della Signora: “Penitenza. Pregate Dio per i peccatori”
9ª – Giovedì 25 febbraio: Davanti da trecento persone, Bernadette, guidata per la Signora, scopre nel fondo della grotta una sfonte. All’inizio, l’acqua è sporca e nera, ma subitamente, diviene pulita e chiara.
10ª – Sabato 27 febbraio: Molte persone vengono a presenziare l’apparizione. È un’apparizione silenziosa.
11ª – Domenica 28 febbraio: In questo momento, sono mille di persone che assistono. Tutta questa aspettativa tra la gente, fa che Bernadette sià minacciata di metterla in prigione.
12ª – Lunedì 1° marzo: Per la prima volta, un sacerdote viene al luogo.
13ª – Martedì 2 marzo: Bernardette raccoglie il messaggio della Signora e ne parla al parroco di Lourdes: costruire qui una cappella.
14ª – Mercoledì 3 marzo: Bernardette continua senza sapere il nome, ma questa volta, riceve un sorriso.
15ª – Giovedì 4 marzo: La folla aspetta un miracolo, ma l’apparizione continua ad essere silenziosa
16ª – Giovedì 25 marzo: La Signora dice a Bernadette il suo nome: “Que soy era Immacolata Councepciou”.
17ª – Mercoledì 7 aprile: In questa apparizione, Bernardette accorre all’incontro con una candela di Pascua.
18ª – Giovedì 16 luglio: La grotta è chiusa e il suo ingresso è vietato. Bernardette sa che questo serà l’ultima apparizione. L’Apparizione si produce dell’altro lato del Gave.

Orari

Acceso al santuario (tutti i giorni)
– dalle ore 5,30 alla mezzanotte: porta San Giuseppe & San Michele
– dalle ore 6,00 alle ore 22,30: Cripta
– dalle ore 8,30 alle ore 12,30 / dalle ore 13,30 alle ore 17,30: porta della Prateria
Più informazione in Orari del Santuario di Lourdes


Orari di messe
Per sapere tutte le masse del giorno nel santuario, cliccare qui: Messe a Lourdes

Messa Internazionale: le domeniche, mercoledì e feste, alle 9.30 nella Basilica S. Pio X

Messe in italiano:
8.30 Grotta (ogni primo sabato del mese salvo giugno e luglio)
11.00 Basilica dell’Immacolata Concezione (tutti i giorni)
18.15 Cappella S. Giuseppe la domenica dal 2 aprile al 29 ottobre (tutti i giorni dal 1 giugno al 30 settembre)
23.00 Grotta (tutti i lunedì, martedì, giovedì e sabato)

Messe nelle diverse lingue ogni giorno alla Grotta: 6.00 – 6.45 – 7.30 – 8.30 – 9.45 – 23.00


Il Museo di S. Bernadetta, dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 19.00 ore

Il Cammino di Bernadetta:
Il Mulino di Boly, dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 18.30 ore
Il Cachot, dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 18.30 ore
Chiesa parrocchiale di Lourdes, dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 19.00 ore
L’Ospizio, dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 17.30 ore


Confessioni
Cappella della Riconciliazione, dalle 8.30 alle 11.15 e dalle 15.00 alle 18.00


Via Crucis: Delle espelugues e dei malati (6.00 – 22.00)
Adorazione del SS Sacramento: Cappella dell’Adorazione (9.00 – 17.00 e 18.00 – 20.00)
Piscine: Giorni feriali, 9.00 – 12.00 e 14.00 – 17.00 ore / Domenica e feste, 10.00 – 12.00 e 14.00 – 16.00 ore
(orario variabili in funzione della presenza degli ospitalieri).
Attenzione: Chiusura eccezionale dal 30 ottobre 2017 al 23 marzo 2018. Guardare prima tutti gli orrai en la Web di Lourdes
Ufficio delle messe: 9.00 – 12.00 e 14.00 – 18.00 ore
Ufficio dei doni: 9.30 – 12.00 e 14.15 – 18.00 ore

Contatto

Indirizzo: 1, Av. Mgr Théas – 65108 Lourdes Cedex (Francia)

Centro d’Informazione di Visitatori: saccueil@lourdes-france.com
Tef. (00) +33.5.62 42 20 08
Orario d’attenzione: aperto tutti i giorni, dalle 8.30 alle 12.15 e dalle 13.45 alle 18.30 ore
Web: www.lourdes-france.org

ASSOCIAZIONE PER LA PROMOZIONE DELLA RUTA MARIANA

L'APRM è un'associazione non profit che è composta dai santuari del Pilar, Torreciudad, Montserrat, Lourdes e Meritxell, il cui scopo generale è la promozione di questa rota o percorso, dei loro santuari e del patrimonio storico, artistico e naturale delle regione dove sono ubicati.

UFFICIO DI PROMOZIONE

C/ Cádiz 12
50004 - Saragozza (Spagna)
+34 976 794 225

Web finanziata da:

Collaborano:

C
.

Este sitio web utiliza cookies para que usted tenga la mejor experiencia de usuario. Si continúa navegando está dando su consentimiento para la aceptación de las mencionadas cookies y la aceptación de nuestra política de cookies, pinche el enlace para mayor información.plugin cookies

ACEPTAR
Aviso de cookies